La libertà del movimento come fonte di benessere Fegato, vista, attività muscolare e fluidità del movimento

Il martedì dalle 19 alle 20,30 a partire dal 9 marzo
Corso on line sulla piattaforma Zoom

Uno degli obiettivi della pratica del Qi Gong è quello di mantenere sino ad un'età avanzata una corretta mobilità articolare ed una buona elasticità muscolare, limitando gli sprechi legati a contratture croniche e a stati di tensione temporanei. 

In medicina tradizionale cinese, si dice che il fegato genera la forza muscolare, il movimento, la forza contrattile. La forza va assieme all'elasticità, ed è fatta d’energia e di sangue che arrivano al muscolo. Quando qualcosa ha contrariato il libero flusso dell'energia e del sangue, la reazione è la contrattura: anziché sviluppare forza ed elasticità, c’è una stretta. Quando il fegato non va bene c’è qualcosa che si stringe e si chiude anziché espandersi quindi si può manifestare con debolezza, crampi, tremori, poca forza, dolori… In altri casi si manifesta con movimenti erratici o sussulti o ancora con movimenti incontrollati. 

Nella pratica del Qi Gong si parla specificamente di “rafforzare i muscoli senza indurirli ed ammorbidire i tendini senza rammollirli”: un muscolo è fisiologicamente "fatto" per contrarsi e rilassarsi, pertanto la contrattura cronica ne deforma la sua struttura anatomica, la libera circolazione energetica e quindi la sua funzione autentica. Lo scopo degli esercizi è di esprimere e potenziare la capacità del Fegato di spingere energia e sangue nel corpo e l’individuo nel suo percorso vitale, evitando di creare rigidità e blocchi che ostacolerebbero le libere circolazioni, deviando la naturale evoluzione dell’essere. 

Attraverso semplici esercizi di decontrazione e rilassamento praticati con movimenti fluidi e piacevoli, siamo in grado di ritrovare una buona elasticità muscolare, limitando perciò gli sprechi legati a contratture croniche e a stati di tensione temporanei, per utilizzare solamente i gruppi muscolari preposti ai movimenti desiderati. 

Infine vorrei ricordare una citazione dalla pratica del Qi Gong, relativa ai sensi: si dice che "la vista informa il Fegato e i muscoli del lavoro da compiere"; ciò al fine di essere efficaci e pronti, con il minimo sforzo per ottenere il risultato desiderato. Se il sistema vista-fegato-muscoli non è ben funzionante, saremo scoordinati e maldestri nelle nostre azioni e ciò ci porterà ad ulteriore insicurezza e disarmonia.

Programma:

  • Marcia sul posto
  • Esercizi d’attivazione dell'energia (Yiyinfa celeste): diversi modi di estendere e piegare, torcere e raddrizzare, aprire e chiudere. 
  • Esercizi di scioglimento di bacino e spalle (riempire e svuotare, centripeto e centrifugo). 
  • Esercizi della tigre (risveglio e camminata).
  • Pratiche di Qigong e automassaggio per liberara la stasi di Qi di fegato 
  • Qigong per gli occhi - “coltivare la visione”

Costo: 90 euro
Ciclo di 7 lezioni dal 9 marzo al 27 aprile (salta il 6 aprile).

Sconto 10% per chi si iscrive ad altri corsi settimanali (Bastone cinese del martedì e/o Qigong del mercoledì) ed agli iscritti alle formazioni Taoyinitalia e Scuolatao.

Le lezioni saranno registrate e visibili con apposito link sino alla fine del corso.

Info:
Marco Mazzarri
348 8231924
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza la tecnologia dei cookies e tecnologie simili. Proseguendo con la navigazione ne accetti l'utilizzo. cosa sono i cookies?